Osservatorio immobiliare II trimestre 2019: rallenta il trend positivo, + 3,9% nel settore residenziale

Osservatorio immobiliare II trimestre 2019: rallenta il trend positivo, + 3,9% nel settore residenziale

Osservatorio immobiliare II trimestre 2019: rallenta il trend positivo, + 3,9% nel settore residenziale

Grazie ai dati pubblicati nell’osservatorio immobiliare, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che nel settore residenziale e non, si è registrato un rallentamento del trend positivo rispetto al 2018. Le statistiche pubblicate nel trimestre successivo a quello di riferimento, sono una sintesi dell’andamento dei mercati immobiliari a scala nazionale, con dettagli per aree, capoluoghi e grandi città.

Contengono i dati contenuti nelle note di trascrizione degli atti di compravendita, registrati presso gli uffici di pubblicità immobiliare dell’Agenzia, incrociati con gli archivi del catasto edilizio urbano.

La tendenza espansiva dei volumi di compravendite nel settore residenziale, si conferma anche in questo secondo trimestre del 2019, con un tasso tendenziale di +3,9%, inferiore a quello registrato nel trimestre precedente (+8,8%).

Il Centro e le Isole sono quelle con il più alto tasso di crescita delle compravendite. In tutte le aree, coerentemente con quanto accade a livello nazionale, c’è un rallentamento della crescita e i tassi, seppur positivi, sono inferiori rispetto a quelli del primo trimestre 2019.

OSSERVATORIO IMMOBILIARE: LE STATISTICHE RELATIVE AL SETTORE NON RESIDENZIALE

Per ciò che concerne il settore non residenziale nel II trimestre 2019 si è registrato un aumento del +5,5%.

Nel settore terziario-commerciale le compravendite di uffici tornano in campo negativo (-0,5% rispetto allo stesso periodo del 2018) mentre i negozi, per i quali l’ultima variazione negativa risale al primo trimestre 2015, mostrano un tasso tendenziale ancora positivo (+7,5%).

Nel settore produttivo, costituito prevalentemente da capannoni e industrie, sono state scambiate quasi tre mila unità, in leggera flessione rispetto ai volumi scambiati nel II trimestre del 2018 (-1,4%).

Infine, risulta in forte espansione il numero di scambi del settore produttivo agricolo (752 transazioni, per una crescita del 21,6%).

Close